Connect with us

EDITORIALE

Ternana – Un bilancio a 360° e prospettive. Cosa ci aspetta il futuro?

Published

on

Difficile analizzare in maniera equilibrata il torneo della Ternana, che è perfino eufemistico definire altalenante. Difficile, ma doveroso. Perché è doveroso leggere razionalmente luci e ombre senza lasciare che le une prevalgano sulle altre. Tra gli aspetti positivi rientrano il bottino finale di 54 punti (31 dei quali conquistati nel girone di ritorno senza l’apporto di Falletti, infortunatosi a metà febbraio contro il Monza), un magnifico score offensivo (58 gol realizzati, alla pari col Frosinone e alle spalle di Benevento, Monza e Lecce), il rendimento esterno (28 punti ottenuti) e le buonissime prestazioni nel doppio Derby (pareggio con mille recriminazioni al “Curi” e vittoria meritata al “Liberati”).

Tra gli aspetti negativi spicca un decimo posto che non rispecchia le aspettative societarie. A tal proposito Bandecchi parla di torneo “… da 7 euro” e di “…Ternana grande sconfitta…”. Probabilmente i termini scelti sono troppo duri e forse anche i contenuti sono discutibili, ma questo è il parere del presidente ed è impossibile non tenerne conto.
Tradotto in soldoni: il rendimento delle Fere divide tifosi e osservatori tra soddisfatti e insoddisfatti ed entrambi gli schieramenti vantano le loro fondate ragioni ma il proprietario del club si schiera apertamente con i secondi.
E questo è un fatto, che piaccia oppure no.
Così come sono fatti l’eccessivo numero di sconfitte subite (ben 14, con 8 k.o al “Liberati”) e di gol subiti (addirittura 61, meglio soltanto del fanalino di coda Pordenone, alla pari col Crotone retrocesso).
Insomma, difesa (o comunque fase difensiva) pessima e incredibile vulnerabilità casalinga.
È abbastanza chiaro, non servono particolari conoscenze di natura tecnico-tattica per comprendere da dove si debba partire per migliorare drasticamente la rosa.
Sempre ammesso che si intenda declinare nel concreto le dichiarazioni di Bandecchi, che nel corso della scorsa settimana afferma ripetutamente di puntare alla promozione in serie A, a prescindere da una concorrenza davvero temibile.
Bene, anzi benissimo.
Adesso però servono i fatti, vedi conferma di tutti i big e ingaggio di rinforzi di prospettiva e di qualità, soprattutto nel pacchetto arretrato e nel reparto centrale.
E allora? E allora bisogna fare presto e bene, anche perché il prossimo campionato inizia il 13 agosto (open day il 12) e i primissimi di Luglio si parte per il ritiro. Necessario farlo con una rosa definita per quattro quinti.
Una rosa migliorata sul piano qualitativo, snellita (33 giocatori sotto contratto sono davvero un eccesso) e ringiovanita.

EDITORIALE

Momento difficile ed esonero del Mister ! Cosa sta succedendo?

Published

on

Una squadra in stato confusionario quella vista questa sera all’Arena Garibaldi di Pisa, lontana parente di quella di inizio campionato. Pesante involuzione che fa pensare i tifosi e la domanda sorge spontanea: cosa sta succedendo?

Poi arriva così, come un fulmine a ciel sereno, a fine partita la notizia dell’esonero del mister Cristiano Lucarelli, scelta giusta? Scelta sbagliata? Sarà solo il tempo a dircelo, per ora non possiamo far altro che ringraziare l’allenatore più vincente della storia delle Fere.

Grazie di tutto mister.

Continua a leggere

EDITORIALE

Ternana, adesso riposa e ritrova lucentezza !

Published

on

Partita scialba e senza emozioni quella di ieri al Liberati tra Ternana e Brescia, la squadra di Lucarelli firma il terzo pareggio a reti bianche consecutivo, una stranezza se si pensa a quello che è stato il percorso dei rossoverdi da quando il tecnico livornese è sulla panchina delle Fere.

Una Ternana stanca ed imprecisa non riesce praticamente mai ad impensierire la retroguardia bresciana che annulla ogni azione tentata dai rossoverdi.

La stanchezza della squadra la si evince specialmente dai suoi giocatori di maggior classe, Palumbo e Partipilo in particolare non riescono ad esprimersi come tutti noi li conosciamo, facendo una fatica enorme in campo anche nelle situazioni più semplici.

Adesso c’è la pausa, mai momento fu più idoneo per tirare il fiato e staccare un po’ la spina, la Ternana delle 5 vittorie consecutive non è morta, siamo sicuri che i ragazzi torneranno a farci divertire ed esultare insieme, ma ora è tempo di spegnere i riflettori, di ricucire le sbucciature sulle ginocchia per poi tornare nell’arena più forti e motivati che mai.

Continua a leggere

EDITORIALE

Ternana, ricomincia da uno

Published

on

Parafrasando un vecchio film del grande Massimo Troisi “Ricomincio da tre” possiamo usare questo titolo per la nostra Ternana con “Ricomincio da uno”.

Un pareggio strappato in quel di Bari in uno stadio caldissimo con più di 35 mila presenze, per come si era messa la partita penso che molti di noi avrebbero firmato per non perderla poiché la Ternana oggi ha sbagliato molto specialmente in fase di possesso, passaggi sbagliati, palle perse ingenuamente hanno spesso spianato la strada alla squadra di Mignani che però non è riuscita mai a centrare il colpo grosso.

Si poteva fare meglio? Certamente si, la Ternana per una volta è stata aiutata dalla buona sorte.

Oggi la prestazione non c’è stata, ma c’è stato molto coraggio a giocarcela a viso aperto anche quando si rischiava di capitolare, questo è sintomo che la squadra ha molto coraggio e stà a noi accompagnarla alla vittoria!

Continua a leggere

Le più lette