Connect with us

EDITORIALE

Una batosta senza giustificazioni, prestazione horror dei rossoverdi

Published

on

Ternana brutta. Anzi, bruttissima quella vista in campo a Modena che subisce ben 4 reti dalla squadra di Tesser.

Alla terza partita di campionato, i rossoverdi hanno subito già 6 gol, trend che sembra ripercorrere quello che è stato lo scorso anno che terminò con più di 60 reti al passivo.

C’è molto da lavorare sia sulla squadra che in questi ultimi giorni di mercato. L’amaro in bocca è tanto dopo questa partita, ci si aspettava tutt’altro dopo la gara casalinga contro la Reggina, ci si aspettava una squadra che fosse aggressiva, compatta e spietata in campo, invece abbiamo trovato una Ternana impaurita che non sfonda in attacco e trema in difesa.

Pensavamo che subire goleade fosse ormai argomento vecchio, passato, invece alla terza di campionato siamo di nuovo qui a leccarci le ferite e a vedere la nostra rete gonfiarsi più e più volte.

Qualcosa è palese che non vada e la soluzione deve essere trovata presto, molto presto.

EDITORIALE

Ternana, hai reso orgogliosa una città !

Published

on

Pubblico delle grandissime occasioni al Liberati, quasi 12.000 cuori uniti sotto un’unica bandiera: quella rossoverde. Ieri pomeriggio in scena la madre di tutte le partite, uno dei derby più belli e più sentiti d’Italia: il derby dell’Umbria.

Vittoria importantissima quella ottenuta dagli uomini di Lucarelli che si sono imposti per 1-0 contro il Perugia grazie al goal di Anthony Partipilo allo scadere della prima frazione di gioco.

Una Ternana che vince di “corto muso” – metafora usata qualche anno fa da mister Allegri e poi diventata virale – che tanto basta per accaparrarsi l’intera posta in palio, nonostante il rigore fallito da Di Carmine e parato da Iannarilli. La Ternana non si trova mai a particolari sofferenze potendo fare affidamento sul duo difensivo Sorensen-Capuano che non lasciano respiro agli attaccanti biancorossi. Sempre molto precisi, attenti e puntuali sia quando il Perugia giocava con l’unico terminale offensivo Di Carmine, sia quando in avanti sono entrati Melchiorri, Olivieri e Strizzolo.

Vittoria fondamentale che lancia la Ternana in classifica – zona playoff – e alza ancora di più un morale già alto.

La Ternana adesso dovrà dimostrare di essere squadra matura già nella prossima partita fuori casa contro il Cittadella. Ma ora godiamoci questa vittoria, sfruttiamo queste 2 settimane di pausa per recuperare tutti gli “acciaccati” e coloro che ancora non sono a pieno regime con la condizione fisica.
Dopo la grande vittoria di Parma la squadra ha acquisito ancora più consapevolezza e adesso gli ingredienti per diventare grandi ci sono tutti.

 

Foto Stefano Principi

Continua a leggere

EDITORIALE

Ternana double face. E ora puoi coccolarti il tuo Niccolò Corrado !

Published

on

È arrivato finalmente il gol per Niccolò Corrado. Rete pesantissima, la prima con la maglia rossoverde ed il primo nel campionato di Serie B.

Giocatore che si è imposto sin da subito in questo torneo, dopo essere arrivato in sordina alla corte di Mister Lucarelli ed essersi messo in mostra soprattutto dopo l’infortunato di Bruno Martella.

Parlando della partita di Sabato invece, primo tempo horror della Ternana a Parma, impaurita e senza idee lascia campo alla squadra di Pecchia che fa quello che vuole, come vuole e quando vuole mentre i rossoverdi chiudono il primo atto della gara senza fare neanche un tiro in porta. E nonostante tutto questo potremmo anche dire che i rossoverdi hanno avuto il grande merito di rimanere aggrappati alla gara e non uscire nel primo tempo con un parziale troppo ampio.

Secondo tempo invece è tutt’altra musica, Lucarelli tocca le corde giuste e magicamente questa squadra diventa lontana parente di quella vista prima, andando ad imporsi in rimonta per 3 reti a 2.

E adesso può cominciare la settimana sacra, la settimana dove una Regione intera avrà gli occhi puntati su di un unico rettangolo verde, tutti si preparano a vivere una settimana di intensa passione.

Nel frattempo la Ternana può godersi il suo match winner Niccolò Corrado, ma anche tutti gli altri nuovi rossoverdi e la vecchia guardia che è sempre stata sul pezzo nella gara del Tardini.

 

Foto: Ternana calcio

Continua a leggere

EDITORIALE

La legaB omaggio Antonio Palumbo con un bellissimo articolo

Published

on

Di seguito riportiamo l’intero articolo comparso sul sito della LegaB.

“Cresciuto a Mugnano, comune alle porte di Napoli, Antonio Palumbo sin dai primi passi nel mondo del calcio ha avuto in mente un solo grande obiettivo: diventare un calciatore professionista.

Con tanti sacrifici il classe ’96 è riuscito a centrare il traguardo tanto ambito, diventando uno dei centrocampisti di punta presenti in Serie BKT.

Palumbo nelle passate due stagioni con la maglia della Ternana, una in Lega Pro e appunto una nel campionato degli italiani, sì è imposto ad alti livelli ed è di fatto uno degli elementi imprescindibili dello scacchiere tattico di mister Lucarelli. Nel campionato della promozione dalla Lega Pro alla cadetteria, ha raccolto 25 presenze ed un gol, mentre in Serie BKT 2021 – 2022 è stato uno dei protagonisti assoluti con 33 presenze e 3 gol.

Il club umbro decise di portare il giocatore nel proprio settore giovanile nel 2012 (militava nella scuola calcio Mariano Keller) ed il 17 agosto 2014 gli ha regalato l’esordio ufficiale in una gara con la prima squadra in Coppa Italia. La prima volta in Serie B invece risale alla Vigilia di Natale in casa contro il Modena nella stagione 2014 – 2015. Nel campionato successivo c’è stato anche spazio per la prima marcatura in cadetteria in carriera per Palumbo, nella vittoria per 2-1 contro la Pro Vercelli. Quella stagione Palumbo ha fatto registrare anche 2 presenze nella selezione “B Italia”, la rappresentativa di giocatori italiani under 21 che giocano in Serie BKT, oltre alla convocazione fatta da Alberigo Evani in azzurro con i pari età.

Dopo alcune esperienze tra Sampdoria, Trapani e Salernitana, Antonio Palumbo è tornato in quella che ormai si può definire la sua seconda casa: Terni.

Negli ultimi anni il centrocampista è cresciuto tantissimo e si è imposto a suon di grandi prestazioni in mezzo al campo. Un’ottima visione di gioco, un buon tiro e tanta qualità in fase di costruzione: sono queste le principali caratteristiche dell’ex Sampdoria, oltre ad un importante abitudine al gol evidenziato in particolare nella scorsa stagione.

Nell’ultima estate, in fase di preparazione, mister Lucarelli ha deciso di dare le chiavi del centrocampo della sua formazione al classe ’96 ed in queste prime battute l’allenatore è stato ripagato alla grande. Palumbo si è elevato a leader tecnico della squadra insieme al compagno Anthony Partipilo e ovviamente ad uno dei migliori attaccanti della categoria come Alfredo Donnarumma.

Non solo grandi doti tecniche ma anche tanta personalità per Palumbo, che in quest’inizio di campionato è stato eletto capitano della squadra, vista anche l’assenza di Marino Defendi. Un’altra stagione da protagonista è appena cominciata per il centrocampista, che ormai ha la fiducia totale da parte di ambiente, allenatore, squadra ed addetti ai lavori.

Già dalle prime uscite si è confermato uno dei giocatori che è un piacere vedere giocare a calcio in Serie BKT”.  

Continua a leggere

Le più lette