Connect with us

NEWS

Lettera aperta del Centro Coordinamento Ternana Clubs per sostenere la raccolta firme su Nuovo Ospedale-Nuova sede ASL-Nuovo stadio e clinica privata

Published

on

 

Qui di seguito pubblichiamo la lettera aperta del Centro Coordinamento Ternana Clubs.

LETTERA APERTA

Il Centro Coordinamento Ternana Clubs sta procedendo con massimo impegno nella raccolta firme per sostenere, da cittadini ancor prima che da tifosi, sacrosante rivendicazioni per la nostra Città ed il nostro territorio da troppo tempo lasciato indietro nelle complessive strategie di sviluppo regionale, rivendicazioni che si articolano in sintesi in quattro punti:
a – nuovo ospedale S. Maria
b – nuova sede ASL
c/d – nuovo stadio e clinica privata come da progetto presentato dal Patron Stefano Bandecchi

Alcune voci contrarie ed alcuni ambienti cittadini, fortunatamente del tutto minoritarie e del tutto marginali, si sono espresse e continuano a porre in modo sbagliato e strumentale la questione solo come “stadio/clinica si o no” ed ormai è tempo di fare definitivamente chiarezza.
I quattro punti sostenuti dalla nostra petizione hanno per noi un valore complessivo e non sindacabile, puntano ad un doveroso rilancio e riequilibrio della sanità pubblica come diritto alla salute di questo territorio; ad una integrazione della stessa con una proposta anche di sanità privata convenzionata (tradotto: gratis per tutti) in settori storicamente manchevoli non solo a Terni, ma in tutta la Regione e provincie limitrofe; ad una definitiva e modernissima soluzione per una ormai gravosissima struttura come lo stadio Liberati.

Solo uno stolto o chi è in malafede può negare il lampante pubblico interesse e la ricaduta occupazionale diretta ed indiretta che il tutto avrebbe per una realtà in profonda crisi economico-sociale come la nostra.
Gli iter amministrativi stanno procedendo e nel mese di maggio dovrebbero passare dal livello comunale a quello regionale, ma riteniamo che ciò non basti; occorre sostenere con immane forza tutto questo affiancandolo con uno straordinario impulso politico che renda inequivocabile, a chi deve prendere decisioni, quali siano e quanto determinate siano le volontà del territorio ternano.
E per non essere fraintesi, o peggio strumentalizzati, chiariamo che quando chiediamo uno straordinario impulso “politico” lo intendiamo in senso assolutamente etimologico, da “polis”, ossia città nel suo complesso, quindi ci rivolgiamo ovviamente anche ai partiti, ma soprattutto alle forze economiche, sociali, associazionistiche (laiche o religiose che siano), alle forze sindacali, di categoria, agli ordini professionali, al mondo creditizio, in sintesi a Terni nel suo complesso.
È a loro che inviamo questa accorata lettera aperta, ai loro livelli comunali e provinciali affinché rappresentino e tutelino gli interessi di questo territorio presso i rispettivi livelli regionali, a farsi interpreti di queste sacrosante rivendicazioni con tutta l’energia ed i modi possibili e li esortiamo a prendere subito pubblica posizione al riguardo.
Non è più tempo e non è più ammissibile lo stare in “prudente” attesa o peggio di calpestare le “aree grigie” del dire e non dire, dei “si, però…”, dei se e dei ma.
Ci rivolgiamo quindi:

al Sindaco ed al Consiglio Comunale tutto affinché completino il prima possibile l’iter degli atti di loro competenza compresa la discussione rapida e trasparente di tutti gli atti politici presentati sull’argomento.

-al Presidente della Provincia

-alle segreterie comunali e provinciali di tutti i partiti

-agli assessori e consiglieri ternani presenti in Regione

-a sua Eccellenza il Vescovo

-a Confindustria

-a Confcommercio

-a Confapi

-a Confesercenti

-a Confartigianato

-ai livelli comunali e provinciali dei Sindacati tutti

-al Presidente provinciale del CONI

-a tutti gli Ordini professionali di Terni e Provincia

-al Presidente della Fondazione Carit ed ai rappresentanti degli Istituti Creditizi operanti sul territorio

-a tutte le Associazione culturali e di volontariato operanti sul territorio

-a tutti gli altri clubs e gruppi di tifosi sul territorio non facenti parte del Coordinamento, a partire da quelli affiliati alla Ternana Calcio affinché esplicitino pubblicamente ed in modo inequivocabile le loro posizioni in merito.

Ai cittadini è dovuta massima trasparenza, a chi vuole investire si devono risposte (qualunque queste siano) conformi alle leggi e rispettose delle procedure, ma in tempi decenti ed efficaci.
Noi, i ternani tutti, continueremo modestamente a fungere da stimolo dal basso, ma al contempo osserveremo molto attentamente e non sarà difficile, a questo punto, capire chi ha interesse a lavorare per un futuro migliore per i nostri figli e chi invece mira solo al proprio tornaconto di parte ed al mantenimento di fossilizzate rendite di posizione.

Un ulteriore appello ai ternani:
FIRMATE, FIRMATE E FATE FIRMARE!!!!!!!!!!

Il Presidente del CCTC
Luciano Nevi

T. C. Bar della Passeggiata
Roberto Di Felice

T.C. Memorabili Acquasparta
Andrea Famoso

T.C. Solo le Fere
Massimiliano Baccaille

Primo Club Rossoverde
Sergio Nevi

T.C. Veterani Montoro
Antonio Laudi

T.C. Ali Rossoverdi
Daniela Maccaglia

T.C. Appartenenza Territoriale
Cristiano Gregori

T.C. Fere del Nord
Mattia Basilico

T.C. NucLeo Storico 1981
Fabio Narciso

T.C. Fedelissimi 77
Claudio Maggi

T.C. Fere Spoleto
Luca Federici

T.C. Fere Latina
Massimo Bussotti

T.C. Fere Rieti
Tiziano Petrollini

T.C. Marathon Club
Tommaso Moroni

T.C Ternana Rugby
Jacopo Borghetti

T.C Futsal maschile
Lorenzo Filippetti

T.C. Futsal Femminile
Giacomo Perugini

T.C. Archery Team Terni
Massimiliano Cappello

T.C. San Venanzo
Franco Sciri

T.C. Le Fauci del Drago
Fabio Biscetti

Continua a leggere

FOCUS

Il CCTC molto duro con la politica regionale: “Pretendiamo trasparenza e non furbizie elettorali”

Published

on

LETTERA APERTA DEL CCTC

Il Perugia perde il derby e “qualcuno” lassù vorrebbe “rifarsi” in altri ambiti contro Terni.
Ma così come accaduto domenica scorsa al Libero Liberati non gli sarà permesso o, comunque, non gli sarà permesso “invano”.
La “conferenza di servizi decisoria” doveva pronunciarsi i primi di agosto.
Siamo giunti alla fine di settembre e ancora tutto tace in attesa dell’ormai noto “parere” richiesto dal settore sanità della Regione all’Università Cattolica del Sacro Cuore con Determina Dirigenziale n. 5678 del 7 giugno 2022 al costo di € 39.650,00 di soldi pubblici.
Intanto, a seguito dell’accesso agli atti effettuato dal nostro Legale Avv. Marco Ravasio, abbiamo ricevuto copiosa documentazione ma sono stati completamente ignorati i quesiti posti proprio in merito al parere richiesto e per aggiunta sono stati citati dalla Regione riferimenti di Legge e norme sbagliati
Allora sorgono spontanee alcune domande.
Chi è il soggetto che materialmente dovrà rilasciare il parere?
Corrisponde al vero, come riportato da alcuni organi di informazione, che trattasi del Prof. Renato Balduzzi, già Ministro della Salute all’epoca del governo Monti?
Come è stato scelto questo consulente e – solo per capire i criteri di scelta che hanno portato a lui – che rapporti ha con l’Ente Regione e in particolare con l’Assessore Coletto?
La Regione e il comparto sanità si sono già rivolti a lui anche per altre occasioni?
In caso di risposta positiva, quali specificità o eccellenze possiede il consulente, forse quella “dell’anello al mignolo”?
Che valore ha un parere raccolto con una determina come quella sopra indicata, pregna di numerose criticità, lacune se non anche errori?
Infine, perché dopo oltre tre mesi e mezzo questo parere non giunge in Regione?
Diciamo subito che detto parere per noi ha valore pari zero, anche perché ormai lo hanno capito anche i sassi che è stato commissionato in modo funzionale agli obiettivi politici di qualcuno, ma ancor più avrà valore zero perché prevediamo con quasi certezza che non entrerà nel merito di armonizzare la Legge Stadi alle politiche sanitarie, aspetto che è il cuore del progetto innovativo della Ternana Calcio e che è l’unica cosa su cui la Regione ha il dovere di pronunciarsi, subito ed in modo inequivoco, sul piano esclusivamente politico-strategico, senza nascondersi dietro a furbizie procedurali o “pareri tecnici” di soggetti guarda caso concorrenti con l’Università Unicusano del patron Bandecchi.
Interrogativi riteniamo più che motivati che come CCTC gettiamo come un macigno nello stagno della politica regionale nel suo complesso, pretendendo in tempi immediati risposte trasparenza, risposte chiare e interpretazioni normative possibilistiche e funzionali allo sviluppo e alla crescita futura di una città, non comportamenti ambigui e interpretazioni trancianti!
Se le rappresentanze politiche di questo territorio non se ne fossero accorte, domenica scorsa un popolo di circa 13.000 spettatori (ed elettori….) festante, civile, gioioso e desideroso di riscatto, ha gremito gli spalti del glorioso ma ormai obsoleto stadio Libero Liberati.
Prima che alla Ternana Calcio e a Bandecchi e a questi ternani, a questi umbri, che la politica ha il dovere dare risposte che invece non arrivano, anzi lasciando trapelare esiti nefasti.
Non pensino di menare il can per l’aia per far passare le imminenti elezioni, perché pretendiamo un ormai indifferibile pronunciamento e parole di verità da tutti i candidati di tutti i partiti, in particolar modo di quelli che sostengono la giunta Tesei.
Dichiarino subito, adesso, oggi, comunque prima del voto, il loro sostegno o meno al progetto perché in caso di dissenso o di silenzio (che per noi sono la stessa cosa) ogni ternano saprà come comportarsi domenica prossima dentro l’urna.
Basta con le furbizie, la Città di Terni e il suo territorio sono stanchi dei soprusi subiti da sempre e altresì invitano il Sindaco, ogni assessore e consigliere comunale a scendere con decisione in campo e capitanare questa sacrosanta battaglia di equità sociale, da perseguirsi unitamente a quella per il nuovo ospedale di Terni, anche quello obsoleto al pari dello stadio.
Non averlo inserito nel Piano Sanitario Regionale costituisce un fatto gravissimo che la dice lunga sulla considerazione che la Regione ha di Terni, l’ennesima presa in giro in danno di una città e di un territorio che non possiamo e non vogliamo più tollerare!
E che nessuno provi a nascondersi dietro le “competenze istituzionali” o silenzi di comodo, che verranno bollati come palese assenza di volontà ai fini utili alla città.
Come sin dall’inizio, come per la raccolta delle 18.000 firme, niente alibi e sconti per nessuno, ragion per cui – attese le risposte alle domande da noi poste PRIMA DELLA TORNATA ELETTORALE – ci riserviamo di convocare successivamente una conferenza stampa in cui esporremo nel dettaglio quanto rilevato dagli atti e alla quale inviteremo l’Assessore Coletto se vorrà in trasparenza confrontarsi.

Continua a leggere

FOCUS

Bandecchi: “Domenica una festa, ma convincetemi che sarò spesso così anche per fare altro a Terni”

Published

on

Il Presidente Stefano Bandecchi, con un lungo video sul proprio profilo Instagram ha voluto parlare alla tifoserie e più in generale alla città:

“Domenica è stata davvero una festa per tutti i 12 mila presenti allo stadio: nonni, zii, bambini ecc. davvero una festa a tutti gli effetti. Il dodicesimo uomo in campo, fattore fondamentale per i ragazzi per vari motivi. Sarebbe bello fosse sempre così, per non perdere la concentrazione, per non gettare mai la spugna e per essere spinti ogni minuto. Se vogliamo ottenere i risultati bisogna star vicini sempre alla squadra, è facile farlo solo quando le cose vanno bene. I ragazzi stanno facendo il possibile per onorare la maglia, per il momento era solo un riscaldamento e dalla prossima settimana inizierà il vero campionato. E noi abbiamo bisogno del pubblico e di tutti voi, per essere connessi in campo con i giocatori.

A prescindere da ciò che non si sta facendo in Regione, convincetemi che si possa fare qualcosa per la città. Anche se non ho molta fiducia oramai di chi dovrebbe dirci qualcosa. Infatti sto già cominciando a cambiare strategie. Ma so con certezza che Terni deve cambiare faccia così come lo stadio e allora dovete farmi capire che lo stadio pieno non si potrà vedere una volta ogni tanto. Magari farò solo lo stadio anche senza la clinica, che sarebbe una grande perdita per Terni e l’Umbria ma io ho 62 anni e mi sono stancato di chi perde tempo con chi sta distruggendo l’Italia e chi sta distruggendo l’Umbria, sono stanco di aspettare le scelte degli altri. La classe politica attuale ha molto poco da dividere con me, al massimo le tasse che paghiamo. Il 25 andremo a votare ed io ho grande perplessità”

Continua a leggere

NEWS

Ternanalive in diretta con “Passione Rossoverde”, questa sera a partire dalle ore 21.00

Published

on

🔴🟢 Tifosi della Ternana questa sera saremo in diretta con una nuova puntata di “Passione Rossoverde” a partire dalle ore 21.00.
💰Insieme ai ragazzi di Ternana memas Simone Laoreti e Alessandro Carosi Arcangeli, parleremo :

  • Della bellissima vittoria del derby ed andremo ad analizzare la partita.
  • Inizieremo a pensare alla gara di Cittadella, presentando i nostri prossimi avversari dopo la pausa del campionato.
    📩💻 Mandateci i vostri messaggi in diretta e vi risponderemo ‼️
    📲💡 Seguiteci sui nostri social Instagram, Facebook, Twitter e sul canale Youtube “TernanaLive”.

Continua a leggere

Le più lette