Connect with us

AMARCORD

Gli atalantini omaggiano i ternani promossi in serie B: Atalanta e Ternana un gemellaggio storico

Published

on

Anche gli storici amici atalantini hanno esultato per la Ternana che è stata promossa in serie B, ed hanno realizzato uno striscione fuori lo stadio di Bergamo per omaggiare i tifosi rossoverdi della grande prestazione della Ternana, poiché con i tifosi della Dea esiste un gemellaggio storico dagli anni 1980, quando ad un raduno tra ultras organizzato da Padre Fedele di Cosenza alcuni ternani ed atalantini fecero amicizia, un amicizia naturale viste le similitudini tra le due città e le due squadre: gli orobici di Bergamo che come gli Umbri Ternani rappresentarono tra le prime civiltà della storia d’Italia, civiltà pre-romane dedite al lavoro ed alla difesa della propria terra, per poi fare un salto all’epoca medioevo rinascimentale quando alcuni cavalieri e soldati di ventura umbro-ternani si misero a servizio della Repubblica di Venezia di cui Bergamo faceva parte, diventando difensori accaniti della città orobica dalle mire milanesi e bresciane, arrivando poi all’epoca per poi passare all’epoca risorgimentale quando i garibaldini bergamaschi entrarono a Terni accolti dalla città umbra sede di una repubblica giacobina che li acclamò come liberatori, ed alcune famiglie bergamasche illustri come i D’Annibale rimasero a Terni per ordine di Garibaldi mettendo però salde e felici radici nella città Umbra, legandosi alla città di Terni in maniera indissolubile, tanto più che lo stesso D’Annibale si legò in matrimonio alla Contessa Cristina Danieli, erede della nobile Famiglia Caraciotti- Danieli di Terni, una delle famiglie più nobili di Terni e dell’Umbria, la quale vanta discendenze dirette dagli Imperatori del Sacro Romano Impero Germanico dell’Alto Medioevo. Poi arriviamo agli ultras che entrambi figli di due città ribelli non hanno fatto altro che legarsi e collaborare sia come ultras nello stadio, ma anche nelle iniziative benefiche a favore delle persone in difficoltà e dei terremotati dell’Umbria e dell’Aquila, poiché per ternani ed atalantini essere ultras non è solo tifo ma anche difesa del proprio territorio e dei lavoratori e degli ultimi, e gli atalantini sono sempre rimasti vicini ai ternani anche a costo di diffide e denunce, come accaduto al Bocia, il leggendario capo ultras dell’Atalanta che è stato arrestato per essersi recato allo stadio di Terni per festeggiare la Ternana, punito per avere non rispettato un divieto ma che è stato trattato peggio di molti criminali, che hanno commesso reati più gravi Passione Rossoverde ringrazia gli amici atalantini della loro amicizia che spero durerà per sempre

Continue Reading

AMARCORD

Sampdoria channel omaggia la Ternana: le due squadre gemellate vincono i derby nello stesso giorno

Published

on

Il primo maggio del 2022 è accaduto un episodio curioso ed unico al tempo stesso: la Ternana e la Sampdoria gemellate da 45 anni, hanno battuto il Perugia ed il Genoa, a loro volta gemellate, e con lo stesso identico risultato, 1-0 dopo due partite combattute, con gli arbitraggi che hanno sfavorito entrambe le compagini rossoverdi e blucerchiate, ma nonostante i vistosi aiuti arbitrali a favore dei grifoni genoani e perugini (Genoa e Perugia hanno lo stesso simbolo che è il Grifone), alla fine sono state la Ternana e la Sampdoria che hanno trionfato assieme al loro pubblico, numeroso e passionale in entrambe le situazioni, e la redazione di Ternana Live ringrazia gli amici di SampChannel per l’omaggio sportivo, con l’augurio che il nostro gemellaggio duri in eterno.

Continue Reading

AMARCORD

1903: Nasce a Terni la Federazione Italiana Giovanile Repubblicana

Published

on

La città in cui nacque la gioventù repubblicana italiana, fu la città di Terni, e questo episodio storico avvenne, sia perché il pensiero socialista si diffuse a macchia d’olio nella città dell’Umbria, sia perché in questo periodo, iniziò a montare nella città umbra la protesta contro i Savoia, che avevano tradito le promesse di aiutare la città di Terni, ed i monarchici della Casa Sabauda, divennero una casa regnante filo-perugina. Inoltre il sentimento popolare ternano,  pur essendo fortemente legato al territorio, riuscì a conciliare la coscienza ”nazionale” alla coscienza di classe, e proprio per questo motivo,  la città di Terni, aveva un forte movimento repubblicano, che oltre ad organizzare eventi culturali, ospitava da tutta Italia vennero i futuri leader del socialismo italiano, che però volevano una visione spirituale del socialismo, ed a Terni nacque quel sentimento repubblicista, in cui la lotta di classe va di pari passo alla lotta nazionale, ed il pensiero repubblicano attecchì in maniera viscerale nella città della Conca dell’Umbria, in cui al referendum tra la monarchia e la repubblica, i repubblicani presero l’ottanta per cento dei voti, e Terni divenne la settima città più repubblicana d’Italia, dove lo spirito di classe e di patria esiste tuttora radicato nelle genti umbre, con l’augurio che tale spirito resti indomito nell’avvenire della città dell’Umbria.

Continue Reading

AMARCORD

Silvio Longobucco dalla Ternana alla Juventus al Cagliari

Published

on

Silvio Longobucco è stato un grande difensore del calcio italiano, che dalla squadra giovanile della Ternana ha esordito con la Juventus in serie A, per poi giocare nel Cagliari, e poi con il Cosenza, la squadra della sua Provincia, con cui ha conquistato la Coppa di Lega Italo-Inglese prestigioso trofeo internazionale dell’epoca, per finire la carriera nello Scalea la squadra del suo paese natale.

Silvio Longobucco ci ha lasciato in questi giorni, lasciando un grande rimpianto nei tifosi della Ternana che hanno visto questo difensore calabrese giocare tutta la trafila nelle giovanili della Ternana, del decennio del Rinascimento Rossoverde, quando la Ternana dalla serie D passò alla Serie B, e Silvio Longobucco grazie alle enormi doti da difensore, venne acquistato dalla Juventus che con lui titolare vinse tre scudetti all’inizio del decennio del 1970, mettendosi in mostra come uno dei migliori difensori  italiano del periodo calcistico 1970-1975, per p essere ceduto al Cagliari con cui continuò a giocare ad un buon rendimento, per poi passare al Cosenza, la squadra della sua provincia di provenienza in Calabria con cui vinse il prestigioso trofeo della Coppa Anglo-Italiana, dove i lupi calabresi vinsero contro le agguerrite compagini italiane ed inglesi che vi partecipavano e do Silvio Longobucco divenne subito protagonista nelle partite giocate, ed il suo ricordo vive tuttora negli sportivi ternani che hanno potuto ammirare le sue gesta

Continue Reading

Le più lette