Connect with us

AMARCORD

Nel 1980, venne costruito il primo stadio europeo di Football Americano in Provincia di Terni, dove l’Italia, nel 1983, divenne il primo campione internazionale della storia del Football Americano

Published

on

Il Football Americano, uno sport di contatto, velocità e potenza che molti conosco grazie al film Bulldozer di Bud Spencer, e che qui a Terni, venne fondata la Federazione Europea di Football Americano , insieme alla Federazione Italiana di Football Americano, e proprio qui nel 1983 l’Italia vinse il campionato europeo di Football Americano, il campionato internazionale di Football Americano della Storia.

Ma come mai proprio a Castel Giorgio in Provincia di Terni, nacque la Federazione di Football Americano? Innanzitutto la centralità dell’Umbria rispetto ad altre regioni, poi perché ci fu l’Interessamento del sindaco di Castel Giorgio, Giuseppe Calistri, insieme al giornalista e filantropo Bruno Beneck, ed al giornalista e ”futbalista” Marcello Loprencipe, che conciliava lo sport con la cultura, poiché oltre ad essere un campione dello sport è anche un archeologo stimato, uno scrittore ed un laureato in storia, che nelle terre ternane trovarono accoglienza e spirito sportivo proprio delle genti umbre.

Esiste una leggenda che racconto anche se non ho le prove, ma si dice che durante la guerra americani, partigiani russo-slavi ed italiani, insieme ai combattenti della liberazione italiani hanno organizzato dei mini tornei per festeggiare la fine della guerra, poiché il football americano è grinta forza all’interno del rispetto e dell’educazione.

Nel 1977 Bruno Beneck che è già stato presidente della federazione italiana di baseball, e adesso vuole importare in Italia il Football Americano, trovando purtroppo, le resistenze dei ”cugini” che a digiuno di vittorie hanno paura di perdere potenziali giocatori, ma la volontà di Beneck, vengono premiate grazie al sindaco umbro Calistri, che offre la disponibilità dell’impianto di Castel Giorgio, ai giocatori di Football Americano, che qualcuno chiama ”Futbolisti”, e dopo aver organizzato il torneo di Viareggio di Football Americano del 1977, dove alcune squadre di Football Americano, si affrontano in un torneo semi-ufficiale, vinto dalla squadra dei Tori Torino, nel 1980, all’interno dell’impianto umbro, si gioca il primo campionato italiano di football americano ufficiale della storia, ed a vincere sono i Lupi di Roma, una delle più antiche squadre del mondo del Football Americano, ma nel 1983 arriva la consacrazione, poiché l’Italia, nonostante la concorrenza feroce dei rugbysti, riesce a far diventare il movimento italiano di football americano, il migliore d’Europa, secondo solo al movimento americano, e grazie alla volontà dei Futbolisti, viene organizzato il primo campionato europeo di Football Americano a Castel Giorgio, ed a vincere è proprio la Nazionale Italiana, che nel primo campionato internazionale della storia di Football americano si laurea Campione d’Europa, grazie alle vittorie superlative contro l’Austria, dove l’Italia vince per ben 87-0, e nella finale contro la Finlandia, che nonostante abbia nelle file giocatori americani naturalizzati, perde la sfida contro l’Italia per 18-6, la stessa Italia del Football Americano, che ha scelto la Provincia di Terni come terra sportiva d’azione

Continua a leggere
Leggi i commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AMARCORD

La Ternana Rugby conquista due nuovi record: rimane imbattuta in casa ed ottiene il quarto posto

Published

on

La Ternana Rugby ottiene due grandi imprese nel campionato di serie C di rugby poiché dall’inizio del campionato italiano di rugby è l’unica compagine che non ha perso una partita in casa ed al tempo stesso è riuscita nell’impresa di battere il Pesaro Rugby il quale è una delle squadre che vanta una delle maggiori tradizioni rugbystiche nazionali, ed ha nel proprio organico ex giocatori di rugby della serie A italiana e straniera, che però si sono arresi alle giocate spettacolari e grintose del XV della Ternana Rugby, guidata sapientemente dal Coach Alessandro Ruisi, vecchia volpe del rugby italiano che ha militato con le compagini romane dell’ovale italiano, e che sta guidando sapientemente i rugbysti ternani, i quali sotto la sua guida hanno vinto per 30-29 contro i  giocatori pesaresi una partita tra le più combattute della storia del rugby Italiano, e adess0 la Ternana rugby può puntare direttamente alla promozione in serie B dell’ovale Rugbystico, regalando alla città di Terni ed alla polisportiva Ternana altro orgoglio sportivo.

Continua a leggere

AMARCORD

Ci ha lasciato Massimo Minciarelli: Addio all’avvocato tifoso della Ternana

Published

on

Se ne è andato dopo una brutta malattia, Massimo Minciarelli uno dei più grandi tifosi della Ternana che alternava la professione di avvocato a quella di telecronista-commentatore della Ternana, la squadra della sua città di cui era tifoso accanito, e che commentava le partite delle Fere Umbre con grande passione, e con commenti ironici che oltre ad emozionare il pubblico, lo facevano divertire, ed il pubblico dei tifosi della Ternana è rimasto senza uno commentatori più appassionati ed allegri, anche se rimarrà per sempre il ricordo del telecronista appassionato e del bravo avvocato Massimo Minciarelli, eterno tifoso della Ternana.

La redazione di Ternana Live porta le proprie condoglianze alla famiglia Minciarelli per la perdita dell’Avvocato Massimo Minciarelli.

Continua a leggere

AMARCORD

La Curva della Ternana è in lutto: se ne è andato Marco Di Pietro ”Lu Benz”

Published

on

La tifoseria della Ternana piange Marco Di Pietro, meglio noto come ”Lu Benz”, uno dei tifosi storici della ternana che ci ha lasciato oggi, e con lui se ne va non solo un tifoso storico ed appassionato della Ternana, ma anche un personaggio iconico della Terni  del passato, quella Terni Operaia e popolare, ma al tempo stesso passionale e tifosa, che nella vita di tutti i giorni lavorava duro( il soprannome Benz è dato dal suo mestiere di benzinaio), e che allo stadio amava ed ammirava i colori delle Fere, e Marco Di Pietro era sempre presente sia in casa che in trasferta per difendere i colori della Ternana e della Terni Operaia e popolare di cui faceva fieramente parte. Marco Di Pietro non era solo un tifoso, ma era anche un appassionato di politica, ed era un cultore dell’Idea Operaia, e nella Terni in cui nacque il 26 Dicembre 1904 la Gioventù Repubblicana, scelse una via ideologica rivoluzionari, aderendo prima alla Federazione Giovanile Comunista Italiana, e poi ai Giovani Comunisti, di cui apprezzava l’idea socialcomunista dell’abolizione della schiavitù dell’uomo sull’uomo, e di un mondo in cui non ci fossero ne sfruttatori ne sfruttati, e nella città di  Terni si candidò come consigliere per tutelare la città della Conca, molto stesso sottomessa dal potere politico. La sua dipartita lascia un enorme tristezza nel cuore di chi la conosciuto, con la consapevolezza che il suo ricordo rimarrà vivo nel cuore di chi ha vissuto intensamente questa città.

La redazione di Ternana Live pone le sue condoglianze alla famiglia di Marco Di Pietro per la perdita del sudetto.

Continua a leggere

Le più lette